Università Luiss Guido Carli di Roma, poi un double degree a Shanghai, fondamentale momento di crescita e sviluppo per la carriera, Corporate Finance in KPMG tra Roma e Milano e 18 mesi nella sede Londinese come Manager nella divisione di M&A: questo è il background culturale e formativo di Davide Fioranelli, classe 1988.

Proprio in KPMG a Londra conosce Adam Dodds con il quale, dopo aver rassegnato le dimissioni, fonda Freetrade, un’app per trading senza commissioni che grazie al crowdfunding in 24h raccoglie 3.200.000£.

 

Qual è il suo ruolo in Lumen Ventures?

Lumen Ventures non è un Venture Capital tradizionale, infatti l’investimento è solo una parte del pacchetto: il team di Lumen Ventures, sedi a Roma, Milano e Londra, supporta day by day i promettenti progetti aziendali che prende in carico. Gli investimenti in startup sono concentrati nella fase early-stage, (statisticamente la più delicata), al fine di porre solide fondamenta per la crescita e il successo sul lungo termine. Requisito fondamentale per collaborare in Lumen è un’esperienza di studio e lavoro all’estero.

 

Cosa c’è stato prima di Freetrade? Quali sono i rapporti con KPMG?

Dopo 4 anni in KPMG Italia, Corporate Finance, banking e piani industriali, Fioranelli viene premiato con un’esperienza di 18 mesi a Londra per crescere e confrontarsi con nuovi modi di operare e mercati più dinamici. “Esperienza fondamentale – dice Fioranelli – perché mi ha insegnato a gestire lo stress, la mole ed il tipo di lavoro”.

 

Com’è nata Freetrade? Quali sono le motivazioni? Perché sceglierla?

Quasi 26enne, durante la permanenza a Londra, conosce in KPMG il 30enne Adam Dodds, anch’egli Manager e membro dello stesso team di M&A. Entrambi dopo essersi licenziati studiano un prodotto semplice ed intuitivo che “faccia innamorare i Millennials”: ovvero Freetrade.

Grazie all’influenza di Robinhood in USA, “ci siamo resi conto che in Europa non c’era nulla di simile, e quindi lo abbiamo fatto noi” afferma Fioranelli. La difficoltà più grande che i due hanno incontrato è stata entrare nel mondo dei broker, creare una “banca” da zero, a causa della complessa regolamentazione del mercato. Dopo 3 anni si contano circa 30 dipendenti su Londra e 70.000 utenti. Venne lanciata anche una campagna di crowdfunding che riuscì a raccogliere 3.200.000£ in sole 24h, risultato ben oltre il target di raccolta fissato a 500.000£ in 30gg. L’evento permise di ottenere un riconoscimento Europeo come campagna overfunded.

“Con Freetrade puoi aprire un conto in 3 minuti tutto esclusivamente tramite app – spiega Fioranelli – e con tre tasti ti permette di diventare azionista a zero commission, con l’obiettivo di dare ai nostri clienti la possibilità di investire i loro soldi con la sicurezza di un mercato regolamentato”.

 

Progetti futuri? Sogni nel cassetto ancora da realizzare?

“Ho sempre sognato di lavorare con i giovani, investire nel futuro e veder crescere i ragazzi che vogliono fare impresa, partendo magari da un basilare business plan per arrivare a gestire la propria azienda”.

Per quanto riguarda il futuro Davide non manca certo di un marcato spirito imprenditoriale, quindi potrebbero esserci altre sorprese…

 

Chi è la sua figura di riferimento? Qual è il suo motto?

“Nessuno può avere una figura di riferimento se non qualcuno che conosce veramente” risponde fermamente Fioranelli.

Il suo mindset è investire nelle persone: stringere rapporti e lavorare in team è una componente fondamentale di questo lavoro, con la missione di “trasformare ogni evento negativo in uno positivo a livello aziendale, rendere quindi quelli che potrebbero essere i problemi in una soluzione vincente”.